Corte Costituzionale n. 37/2015 – illegittime le assegnazioni di mansioni di dirigenti a semplici funzionari da parte dell’Agenzia delle Entrate – nullità degli atti firmati da questi funzionari ?…

La Corte Costituzionale, con la sentenza in esame, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale del’art. 8, comma 24, del d.l. n. 16 del 2012, come convertito, che ha contribuito all’indefinito protrarsi nel tempo di un’assegnazione asseritamente temporanea di mansioni superiori, senza provvedere alla copertura dei posti dirigenziali vacanti da parte dei vincitori di una procedura concorsuale aperta e pubblica. In sostanza, L’Agenzia delle Entrate, dando incarico di dirigenti a semplici funzionari non in possesso della qualifica relativa, ha ecceduto nel suo potere di deroga a norme di rango superiori, al di fuori delle ipotesi tassativamente previste dalla legge, senza indicazione del…

Preavviso di fermo – illegittimo se iscritto sull’unico veicolo del contribuente utilizzato per recarsi a lavoro –vizio parziale del fermo travolge intero provvedimento – 03.04.2014. -

La Commissione Tributaria Provinciale di Milano, con la sentenza in esame, ha precisato che, quando il fermo amministrativo iscritto dalla società di riscossione, abbia ad oggetto un veicolo che viene adoperato dal contribuente per recarsi a lavoro e, quest’ultimo non abbia altri mezzi di locomozione, l'autovettura oggetto del provvedimento amministrativo deve essere considerata, a tutti gli effetti, bene strumentale e indispensabile per lo svolgimento dell'attività lavorativa. Pertanto, il bene non può essere sottoposto a fermo amministrativo. Inoltre, la Commissione ha anche precisato che il provvedimento di fermo amministrativo è per sua natura analogo all'atto di precetto nell'ambito…

Gratuito Patrocinio – spese legali liquidate all’avvocato – mancato pagamento – accertamento – interesse ad agire –sussistenza – 27.11.2014.

Il giudice di Pace di Napoli, con la sentenza in esame, ha riconosciuto il diritto dell’avvocato al pagamento delle spese legali liquidate con precedente decreto dal Tribunale, con importo a carico dell’Erario, in quanto la parte era stata precedentemente ammessa al Gratuito Patrocinio. UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI NAPOLI 7 sezione civile Repubblica italiana In nome del popolo italiano Il giudiee di pace dr. Antonio Cappiello ha pronunciato la seguente SEN TENZA Nella causa iscritta al n. 52713/ 2014 R. G. promossada: xxxxxxxx nato a Napoli xxxxxxx, ivi dom.to in xxxxxxxxxxxx presso il proprio studio legale procuratore di se medesimo attore CONTRO Ministero dell 'Economia e delle Finanze…

Sinistro stradale – risarcimento danni – applicazione dell’art. 185 c.p.c. – proposta conciliativa formulata dal Giudice -

Interessante provvedimento del Giudice di Pace di Pomigliano d’Arco, con cui, ai sensi dell’art. 185 bis c.p.c., avuto riguardo alla natura del giudizio, al valore della controversia e all’esistenza di questioni di facile e pronta soluzione di diritto, ha formulato una a proposta conciliativa alle parti, nel rispetto del principio della cd “economia processuale”. REPUBBLICA ITALIANA Giudice di Pace di Pomigliano d’ Arco Il Giudice Avv. Giovanni Manfredi Rilevato che nelle more del presente procedimento e’ entrato in vigore , con immediata applicabilita’ (Trib. Milano ,26/06/2013), l’art. 185 bis c.p.c a mente del quale “il giudice, alla prima udienza, ovvero sino ma quando e’ esaurita…

Corte di Cassazione n° 13766/08 – uso del cellulare mentre si guida un veicolo costituisce pericolo per la circolazione – 27.05.08. -

Scritto da La Redazione on . Postato in Articoli News

Sanzioni Amministrative
Pertanto, l'uso del cellulare per la ricerca d'un numero telefonico nella relativa rubrica o per qualsiasi altra operazione dall'apparecchio stesso consentita, risulta, in relazione alla finalità perseguita dalla norma, censurabile sotto entrambi gli evidenziati profili, in quanto determina non solo una distrazione in genere, implicando lo spostamento dell'attenzione dalla guida all'utilizzazione dell'apparecchio e lo sviamemento della vista dalla strada all'apparecchio stesso, ma anche l'impegno d'una delle mani sull'apparecchio con temporanea indisponibilità e, comunque, consequenziale ritardo nell'azionamento, ove necessario, dei sistemi di guida, ritardo non concepibile ove si consideri che le esigenze della conduzione del veicolo possono richiedere tempi psicotecnici di reazione immediati.   



                                                    CORTE DI CASSAZIONE 
  

                                                   Sentenza n. 13766/2008 
 

Presidente e relatore Settimj  

Ricorrente M. 
  


                                                           Fatto e Diritto 
 

Vitaliano Enrico M. impugna per cassazione la sentenza 24.10.05 con la quale il Giudice di Pace di  Alessandria ne ha respinto l'opposizione proposta avverso il verbale di contestazione n. …. redatto nei suoi confronti dai Carabinieri di Spinetta Marengo per violazione dell' art. 173/II CdS accertata il 14.4.05.
Parte intimata non svolge attività difensiva. Attivatasi procedura ex art. 375 CPC, il Procuratore Generale invia requisitoria scritta nella quale, cocordando con il parere espresso nella nota di trasmissione, conclude con richiesta di rigetto del ricorso. 
 
Al riguardo le considerazioni svolte dal Procuratore Generale e la conclusione cui è pervenuto sono senza dubbio da condividere.
Si duole il ricorrente - denunziando violazione dell'art. 173/II CdS - che il giudice a quo non abbia ritenuto valide le difese svolte, con le quali aveva evidenziato che non stava usando il telefono cellulare per conversare ma per prelevarne dati dalla rubrica, ed operato un'indebita interpretazione estensiva della norma, diretta, invece, a sanzionare il solo uso del telefono cellulare a fini di conversazione.
 Il motivo è manifestamente infondato.  
La ratio della norma - che costituisce una delle specificazioni alle quali rinvia il secondo comma dell' art. 140 CdS dopo aver posto, al primo comma, il principio generale per cui “Gli utenti della strada devono comportarsi in modo da non costituire pericolo od intralcio per la circolazione ed in modo che sia in ogni caso salvaguardata la sicurezza stradale” così stabilendo a priori l'illegittimità d'una condotta di guida genericamente pericolosa riconducibile a ciascuna delle prescrizioni di seguito singolarmente dettate - è, infatti, intesa, come dimostra una coordinata lettura del suo testo integrale per cui “è consentito l'uso di apparecchi viva voce o dotati di auricolare ... che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani”, a prevenire comportamenti tali da determinare, in generale, la distrazione dalla guida ed, in particolare, l'impegno delle mani del guidatore in operazioni diverse da quelle strettamente inerenti alla guida stessa. Pertanto, l'uso del cellulare per la ricerca d'un numero telefonico nella relativa rubrica o per qualsiasi altra operazione dall'apparecchio stesso consentita, risulta, in relazione alla finalità perseguita dalla norma, censurabile sotto entrambi gli evidenziati profili, in quanto determina non solo una distrazione in genere, implicando lo spostamento dell'attenzione dalla guida all'utilizzazione dell'apparecchio e lo sviamemento della vista dalla strada all'apparecchio stesso, ma anche l'impegno d'una delle mani sull'apparecchio con temporanea indisponibilità e, comunque, consequenziale ritardo nell'azionamento, ove necessario, dei sistemi di guida, ritardo non concepibile ove si consideri che le esigenze della conduzione del veicolo possono richiedere tempi psicotecnici di reazione immediati.  Il giudice a quo non ha dunque, operato un'indebita interpretazione estensiva, bensì si è attenuto ad una lettura non solo logica ma anche letterale della norma.  L'esaminato motivo non meritando accoglimento, il ricorso va, dunque, respinto.
Parte intimata non avendo svolto attività difensiva, il ricorrente evita le conseguenze della soccombenza. 
 

                                                                 P.Q.M. 
 

La Corte respinge il ricorso
 
Condividi

News Legislative

137

Cassazione Sez. Unite: valido il preliminare del preliminare. Assume dignità giuridicala classica "proposta" redatta dall'intermediatore mobiliare

Il “preliminare del preliminare” è legittimo. Questa è la nuova posizione della Cassazione sul contratto preliminare con cui i contraenti si obbligano alla stipula di un successivo e ulteriore…
236

Autonoleggio: sospese le multe per mancata annotazione

Le sanzioni per mancata annotazione del cliente sulla carta di circolazione dei veicoli a noleggio sono ufficialmente sospese. Infatti, le forze dell’ordine hanno ricevuto dal ministero dell’Interno…
488

I Giudici di Pace scioperano dal 9 al 14 marzo

I Giudici di Pace sciopereranno dal 9 al 14 marzo contro il progetto di riforma predisposto dal Ministro della Giustizia Orlando, presentato in Parlamento a gennaio. Nello stesso periodo si terranno…
250

Attenti a cosa dite e cosa fate. La paura di fare e parlare

In questo momento storico si ravvisa molta ipocrisia e falsità, dove tutti sono perbenisti, generosi e privi di (pre)giudizio. Al contrario una una parola distrattamente e superficialmente detta può…
307

Elezioni Consiglio Ordine Avvocati, accolto il ricorso al Consiglio di Stato, si va verso il rinvio.

Elezioni Consiglio Ordine Avvocati, accolto il ricorso al Consiglio di Stato, si va verso il rinvio. Il Consiglio di Stato, quarta sezione giudicante, ha accolto il ricorso di alcune associazioni di…
700

Incidenti stradali e liti fino a 50mila euro, la negoziazione dell’avvocato diventa obbligatoria.

Conto alla rovescia per la negoziazione assistita obbligatoria: da lunedì prossimo, 9 febbraio, prima di iniziare davanti al giudice alcune tipologie di controversie civili, occorrerà rivolgersi agli…

IN EVIDENZA

3504

Differita Evento Streaming Processo Telematico

Il sito Giudicedipace.it e' lieto di offrire ai propri lettori, in collaborazione con…
398

Regolamento recante disposizioni per l’accertamento dell’esercizio della professione di Avvocato

Il Ministero della Giustizia ha adottato lo schema del decreto relativo al “Regolamento…
3406

Corte di Cassazione n. 26696/2013 – avvocati –domiciliazioni – Pec – 28.11.2013 -

"Le Sezioni Unite di questa Corte, nel ribadire la perdurante operatività del R.D. n. 37…
2959

Solo vacanze, niente stress Il risarcimento per la vacanza rovinata

Dopo un anno di lavoro, di stress e di lotta per la sopravvivenza nella giungla della…
3404

Corte di Cassazione n.12545 – notifiche – rifiuto della ricezione del plico - 22.05.2013. -

“Presupposto indispensabile per la valutazione della ritualità della notifica è…

Twitter

Tweet preferiti da @Giudicedipaceit